netflix italy

Generalmente, quando si parla di aggirare il blocco Netflix ci si riferisce più che altro alla versione americana, in quanto il catalogo USA è quello che possiede i programmi TV più recenti. Tuttavia, anche altre nazioni hanno un proprio contenuto esclusivo su Netflix. Il catalogo di Netflix Italia, ad esempio, comprende sia titoli nazionali che internazionali, tra cui “Amiche da morire”, “Generazione 1000 Euro” e “Reality”.

La maggior parte del contenuto presente su Netflix Italia è inoltre sottotitolato o doppiato, cosa che lo rende l’opzione preferita per gli italiani che si trovano all’estero.

Gli utenti che tentano di accedere a Netflix Italia dall’estero verranno automaticamente reindirizzati alla versione locale del Paese in cui si trovano. Per cui per accedere a Netflix Italia, avrete bisogno di un indirizzo IP italiano. L’IP è un indirizzo che identifica in modo univoco il vostro dispositivo e viene utilizzato per localizzarlo geograficamente.

Per ottenere un indirizzo IP italiano l’opzione migliore è quella di utilizzare una VPN, così da poter sbloccare Netflix. Una rete privata virtuale (VPN) codifica tutto il traffico Internet di un determinato dispositivo e lo instrada attraverso un server intermediario in una posizione a scelta dell’utente. Così facendo, il vostro indirizzo IP reale verrà nascosto e il server ve ne assegnerà uno diverso, che in questo caso si troverà in Italia.

Netflix ha inserito nella sua lista nera una serie di server VPN, bloccandone l’accesso. Se tentate di accedere a Netflix Italia tramite una delle VPN bloccate, visualizzerete il seguente messaggio di errore:

“Ops! Qualcosa è andato storto… Errore – streaming. Sembra che tu stia usando un unblocker o un proxy. Disattiva questi servizi e riprova.”

O nella sua versione inglese:

“Whoops, something went wrong… Streaming error. You seem to be using an unblocker or proxy. Please turn off any of these services and try again.”

Tuttavia, in Italia, esiste ancora qualche VPN in grado di superare il blocco. Quelle migliori che abbiamo selezionato per voi, rispondono ai seguenti criteri:

  • Utilizzano server italiani che riescono a superare il blocco di Netflix
  • Hanno una connessione veloce e stabile per garantire lo streaming in HD senza interruzioni
  • Hanno standard di sicurezza avanzati e garantiscono la privacy
  • Offrono un supporto clienti veloce e competente
  • Sono compatibili con diversi dispositivi

Va sottolineato che queste VPN sono state testate con Netflix in un browser web, per cui non siamo in grado di garantirvi che funzionino anche con l’app per dispositivi mobili o con altri dispositivi per streaming.

Sullo stesso argomento: Le migliori VPN per guardare RaiTV e RaiPlay dall’estero

1. NordVPN

NordVPN italian

La versione italiana di Netflix non risulta nella lista dei contenuti in streaming che NordVPN consente di sbloccare, tuttavia durante i nostri test siamo riusciti ad accedervi dal Canada. Al momento in cui scriviamo, questa VPN dispone di 18 server in Italia e siamo riusciti a superare il blocco collegandoci a quello più diffuso (il carico del server viene indicato nell’app). NordVPN riesce a sbloccare inoltre Netflix in USA, Francia, India, Paesi Bassi, Germania e Australia. Anche altri servizi di streaming quali HBO Now, BBC iPlayer e Hulu possono essere sbloccati da altri Paesi.

NordVPN è dotata di crittografia di grado militare per impedire ad hacker e ISP di curiosare tra le attività degli utenti. L’azienda promuove una politica zero log, per cui non registra alcuna informazione relativa all’uso che viene fatto del servizio. Con un unico abbonamento si ha la possibilità di collegare fino a 6 dispositivi simultaneamente. Il supporto clienti è disponibile sul sito web, i server sono sufficientemente veloci e assicurano uno streaming continuo e senza buffering.

Sono inoltre disponibili app per dispositivi Windows, MacOS, iOS e Android.

OFFERTA ESCLUSIVA: NordVPN al momento offre ai lettori di Comparitech un incredibile sconto del 66% sul prezzo dell’abbonamento per due anni.

Potete leggere la recensione completa di NordVPN qui.

2. PrivateVPN

privatevpn deal

PrivateVPN, da non confondere con Private Internet Access, è una VPN relativamente giovane che si sta guadagnando un posto tra le migliori VPN, in grado di sbloccare pressoché qualsiasi servizio. La versione italiana di Netflix è tra questi. Questa VPN offre un server in Italia e ne possiede circa 100 in totale. Si tratta certamente di una minima parte di ciò di cui dispone NordVPN con i suoi oltre 1.000 server sparsi in tutto il mondo, tuttavia in certi casi mantenere un profilo basso aiuta a passare inosservati ai radar di Netflix.

Le prestazioni di PrivateVPN sono risultate ottime durante i nostri test di velocità e la larghezza di banda è stata sufficiente a garantire lo streaming Netflix in alta definizione. Con un unico abbonamento avrete: crittografia forte, kill switch, protezione contro i DNS leak, politica zero log e possibilità di connettere fino a 5 dispositivi simultaneamente.

Sono inoltre disponibili app per dispositivi Windows, MacOS, iOS e Android.

OFFERTA ESCLUSIVA: I lettori di Comparitech possono usufruire di uno sconto pari al 67% sull’abbonamento annuale e di ulteriori 5 mesi gratuiti.

Potete leggere la recensione completa di PrivateVPN qui.

È possibile utilizzare una VPN gratuita per accedere a Neflix Italia?

Probabilmente no. Infatti, abbiamo riscontrato che solo due dei servizi VPN a pagamento sono riusciti a superare il blocco di Netflix. Le VPN gratuite non dispongono dei mezzi necessari per contrastare Netflix e in generale vi sconsigliamo di utilizzarle. Generalmente hanno una lista di server limitata, limiti nell’utilizzo dei dati e larghezza di banda ridotta.

Inoltre, molti servizi VPN gratuiti traggono profitto a scapito della privacy degli utenti, inserendo annunci pubblicitari o cookies all’interno dei browser. Ciò viene fatto allo scopo di ricavare le informazioni di navigazione degli utenti e rivenderle a terze parti. Le app di alcune VPN gratuite a volte contengono malware che possono infettare, danneggiare e/o rubare dati dal vostro dispositivo.

VPN che non funzionano con Netflix Italia

Di seguito vi forniamo una lista di servizi VPN che non funzionano con la versione italiana di Netflix, per loro stessa ammissione o perché lo abbiamo verificato tramite i nostri test.

  • ExpressVPN
  • VyprVPN
  • IPVanish
  • IronSocket
  • HideMyAss (HMA)
  • Buffered
  • SaferVPN
  • Private Internet Access (PIA)
  • PureVPN
  • Hola
  • Hotspot Shield
  • CyberGhost
  • Tunnelbear
  • CactusVPN

L’elenco non è esaustivo e sicuramente esistono molti altri servizi che non funzionano con Netflix, ma verosimilmente queste sono le VPN che vi appariranno quando effettuate una ricerca. In caso di dubbi, tenete presente che le VPN che sbloccano davvero Netflix sono l’eccezione piuttosto che la regola.

La VPN non sta funzionando con Netflix? Provate così

Se vi siete abbonati ad uno dei provider VPN che vi abbiamo consigliato ma non riuscite a collegarvi a Netflix provate a seguire questi passaggi.

  1. Disconnettetevi da ogni account Google presente sul computer, incluso quello di Chrome se lo state utilizzando. Infatti Google nasconde gli indirizzi IP e questi potrebbero rivelare la vostra posizione effettiva.
  2. Disabilitate tutti i servizi di localizzazione sia all’interno del browser che sul vostro computer o dispositivo (GPS, ecc.).
  3. Eliminate dal browser cookies cache e file temporanei. Per saperne di più su come eliminare la cache cliccate qui, mentre per maggiori informazioni su come eliminare i cookies potete fare riferimento al link che segue.
  4. Disabilitate Ipv6 sul vostro dispositivo. Questa opzione si trova solitamente tra le impostazioni di rete.
  5. Disconnettetevi e riconnettevi al server che avevate selezionato per ottenere un nuovo indirizzo IP.
  6. Modificate il fuso orario e l’orario in riferimento all’area in cui si trova il servizio o il server al quale volete accedere. Nel caso dell’Italia si tratta di UTC+1 e UTC+2.

Se siete connessi ad una rete Wi-Fi e avete accesso al router, rinominate la rete Wi-Fi (SSID), aggiungendo “”_nomap”” alla fine (senza usare le virgolette). Così facendo, la vostra rete verrà esclusa dai servizi di geolocalizzazione di Google. Per riattivare la connessione ad Internet sarà necessario riconnettere il vostro dispositivo alla nuova rete.