Le migliori VPN del 2017 per Windows 7, 8 e 10

Published by on gennaio 11, 2018 in VPN e Privacy

windows

Gli utenti Windows hanno molte opzioni a disposizione quando si tratta di scegliere una VPN. Windows è il sistema operativo più popolare al mondo per cui ogni fornitore di VPN include servizi e programmi per questo sistema e la maggior parte di essi funzionano su tutte le versioni più recenti: da Windows 7 fino a Windows 10.

Il mercato offre così tanta scelta che non è facile scegliere i criteri per determinare quali siano le VPN più valide. La VPN migliore per sbloccare Netflix e Hulu, ad esempio, potrebbe non essere altrettanto indicata per le applicazioni torrent.

Per creare questa lista abbiamo deciso di concentrarci sulle prestazioni globali, sulla sicurezza, sulla facilità di utilizzo e sulla qualità del servizio clienti. Tutte le VPN che abbiamo incluso, inoltre, funzionano correttamente anche sugli ultimi modelli di Microsoft Surface dotati di Windows 8.1 e Windows 10.

Una VPN è fondamentalmente uno strumento che garantisce la privacy. Microsoft inserisce all’interno dei suoi programmi alcune pubblicità e funzionalità di tracciatura delle attività degli utenti che minacciano la privacy. Inoltre, come scoperto da Edward Snowden, Microsoft collabora da lungo tempo con la NSA (National Security Agency) per quanto riguarda la raccolta di dati sensibili. Per questi motivi preferiamo le VPN che non registrano alcun log sulle attività degli utenti e che si trovano al di fuori degli Stati Uniti.

Fatte queste premesse, i criteri che abbiamo utilizzato per determinare le migliori VPN per Windows 7, 8, 8.1 e 10 sono:

  • Politiche di utilizzo dei log
  • Sicurezza
  • Velocità
  • Facilità di utilizzo dell’applicazione
  • Qualità del servizio clienti
  • Capacità di sbloccare i siti Internet

1. ExpressVPN

ExpressVPN Italian

ExpressVPN è situata nelle Isole Vergini Britanniche, una nazione al di fuori della giurisdizione degli Stati Uniti e del Regno Unito. Non registra i log di traffico ed utilizza le funzioni di sicurezza più avanzate come la crittografia AES a 256 bit e la perfect forward secrecy (segretezza in avanti). Si possono scegliere server locati in 78 Paesi diversi e il servizio clienti tramite chat è disponibile in ogni momento. Alla data di pubblicazione del presente articolo ExpressVPN risulta essere in grado di sbloccare Netflix, Hulu, BBC iPlayer e HBO Now.

Potete leggere qui la recensione su ExpressVPN.

OFFERTA ESCLUSIVA: ExpressVPN offre la possibilità di ottenere un rimborso entro 30 giorni, per cui potete provarla senza correre alcun rischio. Inoltre ai lettori di Comparitech è riservata un’ulteriore promozione con 3 mesi aggiuntivi inclusi nell’abbonamento annuale.

2. NordVPN

NordVPN italian

NordVPN è una società che si trova a Panama e offre ai propri clienti una vasta gamma di server specializzati, che forniscono funzionalità quali protezione dagli attacchi DDoS (per connessioni ancora più stabili), elevata velocità di streaming dei video in alta definizione, doppia VPN per una sicurezza ancora maggiore e Tor over VPN (ovvero il traffico viene diretto su un server VPN prima e poi su un onion router) che garantisce un anonimato davvero assoluto. Non registra alcun log, né di traffico né sui metadati. NordVPN usa una crittografia molto forte e il servizio clienti, durante i nostri test, si è sempre rivelato efficiente e rapido. Alla data di pubblicazione del presente articolo risulta che anche NordVPN riesce a sbloccare Netflix, Hulu, BBC iPlayer e HBO Now.

OFFERTA: Potete leggere la recensione su NordVPN  o dare un’occhiata a una delle ultime offerte qui.

3. VyprVPN

VyprVPN

VyprVPN è una società svizzera ed è l’unica tra le VPN più importanti ad essere proprietaria dei propri data center per cui ha il vantaggio di avere una velocità più elevata, una stabilità della rete senza paragoni e una sicurezza assoluta. Le app sono facili da installare ed utilizzare ed è facile monitorarne l’utilizzo tramite una finestra che viene aggiornata in tempo reale. Il servizio clienti viene fornito tramite chat. Alla data di stesura di questo articolo VyprVPN riesce a sbloccare Netflix, Hulu, BBC iPlayer e HBO Now.

OFFERTA PER I LETTORI: VyprVPN offre la possibilità di rimborso per i 30 giorni successivi all’acquisto.

4. Buffered

buffered servers and connected

Buffered è una società ungherese. L’applicazione Windows è molto facile da usare e anche chi è non è esperto di tecnologia può utilizzarla senza problemi. La velocità è elevata e sempre costante. Utilizza solo il protocollo OpenVPN, dotato di crittografia di grado militare e include un servizio clienti davvero efficiente, che ha risposto in modo rapido a tutte nostre richieste. Buffered non è dotata di un’app mobile ma dovrebbe metterne a disposizione una a breve. Alla data di stesura di questo articolo risulta che anche Buffered può sbloccare Netflix, Hulu, BBC iPlayer e HBO Now. Analogamente a ExpressVPN, Buffered offre la possibilità di ottenere un rimborso, entro 30 giorni dall’attivazione dell’abbonamento, qui.

Al seguente link trovate la recensione completa: Buffered VPN

5. LiquidVPN

liquid vpn windows client

LiquidVPN fa parte di questa lista perché, pur essendo una società statunitense, offre un warrant canary settimanale (ovvero un avviso settimanale che informa gli utenti che in quel dato momento non è soggetta ad alcuna investigazione). Questo avviso scompare se riceve un’ordinanza da parte del tribunale alla quale deve attenersi. Tra tutte le VPN analizzate è quella che utilizza gli standard di sicurezza più avanzati ed include un IP modulare, ovvero l’indirizzo IP dell’utente viene cambiato ogni volta che ci si collega ad un nuovo server. È una VPN relativamente recente ed è tra le più veloci, ma è limitata all’Europa e al Nord America. Nonostante questo, quando abbiamo redatto questo articolo, è stata in grado di garantire l’accesso a Netflix, Hulu, BBC iPlayer, e HBO Now.

Potete leggere la recensione completa di LiquidVPN qui o ottenere uno sconto del 20% sull’abbonamento (basta inserire il codice “COMP20” appena prima di effettuare il pagamento).

Qual è la situazione per Windows Phone e Windows 10 Mobile?

Abbiamo visto come ci siano tantissime opzioni a disposizione per le versioni desktop di Windows. Tuttavia la versione mobile di questo sistema operativo è poco diffusa e le opzioni disponibili sono davvero poche. Per questo i criteri di selezione di una buona VPN per Windows Phone 8.1 e Windows 10 Mobile sono totalmente diversi da quelli che si riferiscono alla versione desktop.

Per questo motivo, abbiamo deciso di scrivere un articolo a parte, che tratta solamente delle migliori VPN per Windows Phone e Windows Mobile e, in modo analogo, abbiamo creato un altro elenco specifico con i nostri consigli per le VPN per Windows 10.

Evitate le VPN “gratuite”

Le cosiddette “VPN gratuite” sono assolutamente da evitare. Anche se non richiedono un pagamento, a differenza di quelle che trovate nel nostro elenco, possono minacciare la vostra privacy installando cookie di tracciatura e mostrando pubblicità sul browser. Inoltre, di solito, queste hanno delle limitazioni sulla banda e sulla quantità di dati scambiati e la scelta dei server è molto limitata.

Vale sempre questa regola generale: se non stai pagando per un determinato prodotto è perché tu sei il prodotto.

Disabilitate IPv6 per una maggiore sicurezza

Nelle versioni più recenti di Windows il sistema operativo invia richieste al server DNS utilizzando contemporaneamente i protocolli IPv4 and IPv6 e, per stabilire una connessione, viene scelto il primo dei due che riceve una risposta. Questo fa sì che le pagine web si carichino più velocemente (anche se la differenza spesso è di soli pochi millisecondi) ma può anche causare problemi nel tentativo di sbloccare i siti che non sono disponibili nell’area geografica in cui ci si trova, come Netflix e Hulu.

La maggior parte delle VPN che si trovano in commercio gestiscono solo le richieste IPv4. Queste richieste passano attraverso il tunnel VPN e sono risolte dai server DNS del fornitore della VPN. Le richieste IPv6, invece, aggirano il tunnel e vengono inviate sulla normale rete non criptata, per cui arrivano al server DNS pubblico più vicino e rivelano l’ubicazione. Una volta che i siti come Netflix e Hulu sono a conoscenza della reale ubicazione dell’utente, restituiscono un messaggio di errore che dice che “l’utente deve prima disabilitare il proxy se vuole visualizzare il video”. Inoltre anche l’ISP può tracciare le nostre attività, anche se in maniera minore rispetto a quello che succederebbe se non usassimo alcuna VPN.

Per disabilitare IPv6 in Windows 10:

  1. Cliccate con il tasto destro sull’icona della rete (di solito è il simbolo del Wi-Fi) nella barra di sistema e selezionate Open network and sharing center (Apri centro connessioni di rete e condivisione).
    disable ipv6 windows 1
  2. Nella finestra che appare cliccate sul nome della rete che state utilizzando. Se siete su una rete Wi-Fi il nome sarà tra parentesi.
    disable ipv6 windows 2
  3. Nella finestra che compare subito dopo cliccate su Properties (Proprietà).
    disable ipv6 windows 3
  4. Deselezionate la voce Internet Protocol Version 6 (TCP/IPv6)(Protocollo Internet Versione 6 – TCP/IPv6).
    disable ipv6 windows 4
  5. Cliccate su OK per salvare le modifiche e riavviate il computer.

Windows!” – Michael Button – licenza CC BY 2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.