Hulu ha bloccato la VPN? Ecco le 5 VPN migliori che ancora funzionano

Published by on gennaio 12, 2018 in VPN e Privacy

Hulu VPN

Dopo Netflix, Hulu è il servizio di streaming video più popolare. È stato creato grazie alla collaborazione di tre dei più grandi network televisivi americani: Fox, ABC e NBC ma include anche contenuti di altri canali, come Comedy Central, Nickelodeon, FX, SyFy, PBS, Style e Cartoon Network. Molti programmi televisivi sono disponibili su Hulu il giorno successivo alla prima messa in onda sulla TV tradizionale, parecchio in anticipo rispetto a quanto accade con Netflix.

Anche se non ha la stessa diffusione di Netflix, utilizza lo stesso approccio nei riguardi di coloro che utilizzano i proxy. Tutti i contenuti, infatti, sono limitati agli utenti di Stati Uniti e Giappone e se tentate di accedere da un Paese diverso, non vi sarà possibile visualizzare il contenuto.

Il blocco delle VPN di Hulu è addirittura più avanzato del firewall utilizzato da Netflix. Una VPN, o virtual private network (rete virtuale privata), effettua la crittografia di tutto il traffico di rete, sia in entrata che in uscita e lo reindirizza su un server situato in una località scelta da voi. Per cui, in teoria, se scegliete un server statunitense Hulu dovrebbe ritenere che vi trovate all’interno degli USA e consentirvi di vedere i programmi.

In realtà, analogamente a ciò che fanno altri canali di streaming online, Hulu riesce a bloccare le connessioni che provengono dai server VPN. Gli indirizzi IP di questi server vengono usati contemporaneamente da decine o centinaia di utenti e questo meccanismo, anche se aumenta la privacy, è piuttosto facile da scoprire. Per cui se provate ad accedere ad Hulu usando una normale VPN vedrete comparire questo messaggio:

“In base all’indirizzo IP abbiamo rilevato che state tentando di accedere ad Hulu tramite un proxy anonimo. Hulu è al momento disponibile solo all’interno degli Stati Uniti. Se vi trovate negli USA dovete disabilitare ogni strumento di anonimato per poter accedere ai video.”

Quindi, per accedere a Hulu non basta scegliere una VPN qualsiasi. Alcune VPN offrono IP privati a costi aggiuntivi ma è ancora meglio usare le VPN che includono tecniche di offuscamento. Queste, infatti, rendono molto difficile a Hulu scoprire che state utilizzando una VPN. Una buona VPN generalmente dispone di vari server che consentono di superare il blocco, basta chiedere al servizio clienti quali sono quelli più adatti.

Di seguito abbiamo elencato le cinque VPN migliori, ancora in grado di sbloccare Hulu. Queste devono rispondere ai seguenti criteri:

  • devono riuscire ad accedere ad Hulu
  • devono essere sufficientemente veloci per consentire lo streaming di video HD
  • devono avere server basati negli Stati Uniti
  • devono avere un servizio clienti efficiente

Le migliori VPN per Hulu

1. ExpressVPN

ExpressVPN Italian

Potete provare ExpressVPN senza alcun rischio, dato che offre la possibilità di ottenere un rimborso entro 30 giorni e ha sempre a disposizione server che funzionano con Hulu. Per scoprire quali sono basta andare sul sito e richiedere informazioni attraverso la chat del servizio clienti, che è sempre attivo, tutti i giorni, 24 ore al giorno. Le connessioni di ExpressVPN sono estremamente stabili e offrono una larghezza di banda che più che sufficiente per lo streaming in alta definizione. Sono disponibili vari server basati negli Stati Uniti. Ricordatevi di disabilitare il protocollo IPv6 per fare funzionare la VPN correttamente (abbiamo riportato le istruzioni su come fare in una sezione successiva di questo articolo).

AGGIORNAMENTO: ExpressVPN offre ai lettori di Comparitech 3 mesi aggiuntivi inclusi nell’abbonamento annuale.

Potete leggere la recensione completa qui: recensione ExpressVPN.

2. NordVPN

NordVPN Italian

NordVPN è dotata di alcune funzionalità che risultano molto utili per sbloccare contenuti limitati ad un’area geografica. Tra queste troviamo la tecnologia proprietaria “SmartPlay” e la funzione che consente di vedere quali servizi sono accessibili attraverso un determinato server, scorrendo con il mouse sull’elenco di quelli disponibili. Purtroppo però non siamo riusciti a sbloccare Hulu. Dopo aver tentato varie volte su vari server che risultavano essere compatibili con Hulu, abbiamo deciso di contattare il servizio di assistenza. Dopo circa un minuto abbiamo ricevuto l’indicazione di disabilitare SmartPlay e di collegarci ad un server specifico. Così facendo il problema si è risolto e siamo riusciti a vedere i programmi che ci interessavano. Tuttavia avremmo preferito che l’applicazione funzionasse sin da subito.

AGGIORNAMENTO DI VENERDI 9 DICEMBRE 2018: NordVPN offre al momento uno sconto del 77% sull’abbonamento di 36 mesi.

Trovate la recensione completa qui: recensione completa di NordVPN.

3. CyberGhost

cyberghost homepage Italian

CyberGhost ha migliorato notevolmente le sue perfomance e adesso è in grado di sbloccare una varietà di canali di streaming, tra cui Hulu. L’applicazione desktop consente persino di scegliere il server più indicato in base al tipo di streaming che riesce a sbloccare, piuttosto che solamente in base alla posizione geografica. Hulu non è tra questi, ma siamo riusciti a sbloccarlo grazie all’assistenza via chat NetflixLive, disponibile durante le ore lavorative. CyberGhost offre sia una versione gratuita che una a pagamento, quest’ultima è quella di cui avete bisogno per accedere ai server dedicati allo streaming. Tra gli altri vantaggi: crittografia eccellente, politica no log e velocità di download elevata.

Sono disponibili app per Windows, MacOS, iOS e Android.

PREZZO RIDOTTO: Risparmia oltre il 70% su Cyberghost cliccando qui.

Ecco la recensione completa di CyberGhost.

4. PrivateVPN

privatevpn banner

PrivateVPN è un servizio molto promettente, con tanti aspetti positivi per tutti gli utenti che si accontentano di un numero di server un po’ più limitato. Per quanto riguarda lo sblocco dei contenuti streaming, questo provider non ha nulla da invidiare ai concorrenti più affermati. Per riuscire a sbloccare Hulu ci è bastato chiedere un paio di cose al team di supporto. Nonostante PrivateVPN, a differenza di altri concorrenti, non possa contare su un numero elevato di server, quelli che ha a disposizione sono estremamente veloci per cui non correte il rischio di restare bloccati davanti all’icona del buffering. Inoltre, con PrivateVPN siamo riusciti a sbloccare Netflix in tutti i Paesi in cui lo abbiamo testato finora, compresi gli USA.

PrivateVPN non rinuncia alla privacy e alla sicurezza. L’azienda infatti non mantiene alcun log relativo alle attività degli utenti e non registra gli indirizzi IP sui server. Utilizza una crittografia forte, alla pari dei veterani.

Sono disponibili app per Windows, MacOS, iOS e Android.

OFFERTA DA PRENDERE AL VOLO: Acquistando l’abbonamento annuale riceverete uno sconto del 67% con 5 mesi gratuiti aggiuntivi.

A seguire, la recensione completa di PrivateVPN.

5. VyprVPN

vyprvpn website

VyprVPN ha subito una piccola battuta d’arresto e per un breve periodo non è riuscita a sbloccare Hulu e altri canali di streaming, ma fortunatamente adesso ha ripreso a funzionare. Non abbiamo avuto difficoltà nel trovare un server adatto a Hulu ma in caso di dubbi su quale utilizzare, il servizio clienti è a disposizione tramite la live chat. VyprVPN è anche in grado di sbloccare Netflix US, HBO Now, HBO Go, Amazon Prime Video e BBC iPlayer.

L’azienda possiede e utilizza la propria infrastruttura di server, garantendo così agli utenti la larghezza di banda necessaria per lo streaming in HD senza buffering. La crittografia utilizzata è tra le più forti a disposizione, tuttavia l’azienda conserva gli indirizzi IP reali degli utenti. Per questa ragione, agli utenti interessati al torrenting o che hanno necessità di tutelare al massimo la propria privacy, consigliamo di cercare un’alternativa.

Sono disponibili app per Windows, MacOS, iOS e Android.

GARANZIA SODDISFATTI O RIMBORSATI: VyprVPN offre ai lettori di Comparitech la garanzia soddisfatti o rimborsati per i 30 giorni successivi all’acquisto.

Ecco la recensione completa di VyprVPN.

Le VPN da evitare

VyprVPN

Gli indirizzi IP di VyprVPN sono stati bloccati da Hulu e la società non è stata in grado di risolvere il problema. Non siamo riusciti, durante i nostri test, a superare il messaggio di errore relativo al proxy.

Aggiornamento del 29 dicembre 2016: negli ultimi test abbiamo verificato come al momento VyprVPN sia in grado di accedere a Hulu sia su browser che tramite app. Prima di accedere però, ricordatevi di cancellare la cache, i cookie, i dati delle applicazioni presenti sul vostro browser e di disabilitare inoltre il protocollo IPv6. Potete provare gratuitamente VyprVPN per 3 giorni, al termine dei quali potrete usufruire di uno sconto del 50% sul primo mese di abbonamento.

Private Internet Access
Private Internet Access dichiara che l’accesso ai contenuti limitati per aree geografiche non fa parte dei propri obiettivi per cui ad oggi non è in grado di sbloccare Hulu né, probabilmente, lo sarà in futuro.

Come disabilitare il protocollo IPv6

Anche utilizzando una delle VPN che abbiamo elencato, potrebbe capitarvi lo stesso di visualizzare il messaggio di errore di Hulu che invita a disabilitare i “proxy anonimi”. Ciò accade perché la maggior parte delle VPN non sono ancora in grado di proteggere contro i DNS leak legati all’IPv6. Le VPN sono in grado di inviare tutte le richieste di traffico attraverso i propri server DNS mascherando così l’indirizzo IPv4. Tuttavia gli indirizzi IPv6 continuano ad essere inviati “in chiaro”. IPv6 ha le stesse funzioni dell’IPv4, ma comprende un numero maggiore di potenziali indirizzi IP per i dispositivi connessi ad Internet.

La soluzione che consente alla VPN di sbloccare Hulu è semplicemente quella di disabilitare l’IPv6. Non è una soluzione ottimale per la “salute” generale di Internet dato che gli indirizzi IPv4 unici si stanno esaurendo e sarebbe meglio se tutti passassero all’IPv6, ma disabilitare questo protocollo non ha conseguenze immediate e potete farlo tranquillamente.

Come disabilitare il protocollo IPv6 su un PC Windows (Windows 10):

  1. Terminate la connessione e chiudete la VPN.
  2. Premete la combinazione di tasti Windows+R per aprire il prompt dei comandi.
  3. Digitate ncpa.cpl e poi Invio per aprire le connessioni di rete.
  4. Individuate la connessione che state utilizzando, cliccate con il tasto destro su di essa e selezionate Properties (Proprietà).
  5. Nella scheda Networking (Connessioni) o General (Generale) rimuovete la spunta dalla casella “Internet Protocol Version 6 (TCP/IPv6)”.
  6. Cliccate su OK per salvare le modifiche e chiudete la finestra.
  7. Premete nuovamente la combinazione di tasti Windows+R, selezionate Command Prompt Admin (Prompt di comandi amministratore) e cliccate su Yes quando vi viene chiesto se volete che il programma apporti cambiamenti al computer.
  8. Nel prompt di comandi (la finestra nera che si è aperta), digitate ipconfig /flushdns e premete il tasto Enter.
  9. Collegatevi nuovamente alla VPN, aggiornate la pagina di Hulu e godetevi i video!

Come disabilitare IPv6 su Mac OSX:

  1. Terminate la connessione e chiudete la VPN.
  2. Aprite il menu Apple.
  3. Cliccate su System Preferences > Network > AirPort > Advanced (Preferenze di sistema > Network > AirPort > Avanzate).
  4. Cliccate su TCP/IP.
  5. Cliccate sul menu a comparsa Configure IPv6 (Configura IPv6) e selezionate Off.
  6. Cliccate su OK e Apply (Applica) per salvare i cambiamenti.
  7. Collegatevi nuovamente alla VPN, aggiornate la pagina di Hulu e godetevi i video!

Come effettuare i pagamenti ad Hulu al di fuori degli USA

Hulu non richiede solo che il vostro IP sia un indirizzo statunitense, ma esige anche che i pagamenti provengano dagli USA. Per cui, se vivete in un altro Paese e non avete una carta di credito o un conto PayPal negli Stati Uniti, questo può essere un problema.

Esistono delle soluzioni ma non le abbiamo testate personalmente.

  • La carta prepagata che trovate su questo sito costa circa $20 oltre al credito che volete caricare sull’account Hulu. Una volta configurato l’account basta acquistare una gift card per Hulu su Amazon o su siti simili per effettuare i pagamenti successivi. Queste carte prepagate si possono trovare anche su eBay.
  • EntroPay consente di effettuare pagamenti online creando una carta prepagata Visa virtuale. Questa carta non può essere usata per pagare Hulu direttamente, ma si può utilizzare per creare un account PayPal negli Stati Uniti con il quale si possono poi effettuare i pagamenti.
  • StatesPay è un altro fornitore di carte di credito virtuali al costo di soli $3,95 al mese. Anche in questo caso, la carta serve solo per il pagamento del primo mese necessario ad attivare l’account. Per i pagamenti successivi si potranno utilizzare le gift card di Hulu. Alla data di scrittura di questo articolo il sito non consente di creare nuove carte, per cui dovrete attendere prima che il servizio torni ad essere disponibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *