NordVPN e Surfshark

Con così tante VPN sul mercato, può essere difficile capire se un determinato servizio è adatto ai consumatori in Italia. Alcune si vantano dei vari protocolli di crittografia che offrono o delle funzionalità di offuscamento dei server. Altre affermano di offrire le velocità più elevate o di essere le migliori per lo streaming. Inutile dire che per i consumatori può essere arduo verificare tali affermazioni o anche solo comprenderle a fondo.

Per rendere le cose più semplici, abbiamo voluto mettere a confronto NordVPN e Surfshark per consentire ai consumatori italiani di paragonare i punti di forza e gli aspetti da migliorare di ciascuna. Inoltre, spieghiamo nel dettaglio tutte le funzionalità e come queste influiscono sull’uso quotidiano della VPN in Italia.

Ecco il confronto tra NordVPN e Surfshark:

Punti salienti

NordVPN

  • Vasta rete di server, disponibili anche in Italia
  • Sufficientemente veloce per lo streaming HD
  • Consente di accedere a servizi popolari quando ci si trova all’estero
  • Solidi sistemi di sicurezza e per la privacy
  • Numerose funzionalità avanzate

Surfshark

  • Consente di collegare contemporaneamente un numero illimitato di dispositivi
  • Veloce, affidabile e con larghezza di banda illimitata
  • Solidi sistemi di sicurezza e una rigorosa politica no-log
  • Eccellenti capacità di sblocco
  • Server veloci in Italia, ideali per accedere alla TV italiana quando si è in vacanza

Prezzi e sconti

NordVPNSurfshark
Durata abbonamento1 mese1 mese
6 mesi1 anno
2 anni2 anni
Offerta speciale62% di sconto sull’abbonamento biennale81% di sconto sull’abbonamento biennale
Prezzo più alto al mese$11.95$12.95
Prezzo più basso al mese$3.09$2.49
Prezzo annuale$59.88$47.88
Garanzia soddisfatti o rimborsati30 giorni30 giorni

A un costo mensile rispettivamente di 11,95 USD e 12,95 USD, NordVPN e Surfshark rappresentano una soluzione economica se si desidera pagare mese per mese. Tuttavia, dato che entrambe propongono interessantissimi sconti sugli abbonamenti pluriennali, sono particolarmente adatte a quegli utenti che cercano una soluzione a lungo termine.

Infatti, gli sconti sono così consistenti che, se stai valutando di abbonarti per un anno, ti consigliamo di scegliere piuttosto la soluzione biennale per sfruttare al massimo l’offerta.

NordVPN propone un abbonamento di 2 anni al costo di 83 USD, pari a 3,09 USD al mese. Surfshark propone la stessa formula al prezzo di 59,76 USD, che si traduce in appena 2,21 USD al mese. La convenienza rispetto ai costi mensili è lampante.

Entrambi questi servizi offrono una garanzia soddisfatti o rimborsati di 30 giorni, il che significa che puoi provarli per un mese e, se decidi che non fanno per te, otterrai un rimborso totale.

Migliore offerta per NordVPN:Risparmia il 62% scegliendo l’abbonamento biennale di NordVPN.

Migliore offerta per Surfshark:Abbonati per 2 anni a Surfshark per risparmiare più dell’80% rispetto al costo mensile.

Caratteristiche e funzionalità

NordVPNSurfshark
Connessioni simultanee6Nessun limite
Sistemi operativi compatibili con le appWindows, Linux, MacOS, Android, iOS, Amazon Fire TV/FirestickWindows, Linux, MacOS, Android, iOS, Amazon Fire TV/Firestick
Dispositivi con installazione manualeRouter, set-top boxRouter, set-top box
Split tunnelingSì (Windows e Android)
Extra gratuitiBlocco degli annunci, scansione malware, protezione automatica del Wi-Fi, estensioni per Chrome e FirefoxScansione malware, blocco degli annunci, funzionalità anti monitoraggio, estensioni per Chrome e Firefox

Sia NordVPN che Surfshark offrono un eccellente supporto multipiattaforma, con app compatibili con tutte le piattaforme più diffuse e un programma di installazione basato sulla riga di comando per i sistemi Linux. Questi servizi hanno anche alcune utili funzionalità di privacy in comune, tra cui il blocco automatico degli annunci e la scansione malware, nonché estensioni per Firefox e Chrome. Vale la pena menzionare che tali estensioni proteggono solo il traffico sul browser e non consentono di utilizzare in modo anonimo applicazioni come client P2P e app di messaggistica.

Detto ciò, ciascuno di questi servizi offre qualcosa in più rispetto all’altro. Ad esempio, NordVPN ti consente di collegarti automaticamente ogni volta che utilizzi una rete Wi-Fi non sicura. Surfshark, invece, dispone di una funzionalità di split tunneling (Whitelister) che ti permette di specificare quali app e siti web possono aggirare la VPN. Per di più, questa funzionalità è disponibile su tutte le piattaforme, mentre NordVPN la offre solo su dispositivi Windows e Android.

La differenza principale fra questi due provider sta nei limiti di connessioni. NordVPN consente fino a 6 connessioni simultanee, cioè poco al di sopra della media del settore (ossia 5), Surfshark invece permette di collegare un numero illimitato di dispositivi, il che lo rende un’opzione molto interessante se si desidera proteggere più dispositivi contemporaneamente (o se si vuole condividere l’account con amici e parenti).

Per quanto riguarda la lingua, sia NordVPN che Surfshark offrono app e siti web in italiano.

Streaming e accesso alle piattaforme

NordVPNSurfshark
NetflixPiù di una decina di cataloghi, inclusi Stati Uniti, Regno Unito, Australia, Canada, Giappone e Paesi BassiPiù di una decina di cataloghi, inclusi Stati Uniti, Regno Unito, Francia, India, Giappone e Paesi Bassi
HuluStati Uniti, GiapponeStati Uniti, Giappone
Sky Go
Amazon Prime VideoStati Uniti, Regno UnitoStati Uniti, Regno Unito
BBC iPlayer
ABCNo
CBS
NBC
ITV
Channel 4

NordVPN è una delle opzioni preferite da coloro che riproducono contenuti in streaming con una certa frequenza, specialmente perché consente di accedere a tante famose piattaforme di streaming quando ci si trova all’estero. Il provider dispone di server in Italia, utili per riprodurre i contenuti di RaiPlay, Sky TV, Canale 5, La5, Italia 1, TV8 e tanti altri.

Tuttavia, anche Surfshark vanta ottime capacità di sblocco, alla pari di NordVPN nella maggior parte dei nostri test. Nonostante questo provider sia in grado di accedere a molte delle piattaforme più note (tra cui quelle della TV italiana, Netflix USA, iPlayer, Hulu, Disney Plus, Prime Video e HBO Max), non riesce ad aggirare le restrizioni geografiche di ABC, al contrario di NordVPN. Quest’ultima, inoltre, riesce ad accedere a DAZN, Surfhsark no.

Entrambe funzionano bene con Netflix e riescono tecnicamente a sbloccare il servizio utilizzando un qualsiasi server; se non riescono a sbloccare un determinato catalogo, ti reindirizzano a quello americano.

Cina

La Cina è uno dei Paesi con le restrizioni più rigorose al mondo per quanto riguarda internet e blocca completamente la maggior parte delle VPN. Nonostante ciò, sia NordVPN che Surfshark funzionano in Cina, purché siano state configurate correttamente.

Per navigare in modo anonimo in Cina, gli utenti di Surfshark non devono fare altro che attivare la funzionalità “NoBorders” (Impostazioni > Avanzate > NoBorders). La procedura è simile anche per chi utilizza NordVPN, sebbene in questo caso si debba indicare all’app che si intende utilizzare i server offuscati (Impostazioni > Avanzate > Server offuscati) e poi sceglierne uno dalla schermata principale.

Bisogna ricordare che il Grande Firewall attualmente blocca l’accesso ai siti web di NordVPN e Surfshark. Ciò significa che bisogna registrarsi e installare il servizio scelto prima dell’arrivo in Cina.

Configurazione e interfaccia

NordVPNSurfshark
Wizard configurazione automaticaLinux, Windows, MacOS, iOS, AndroidWindows, Android, MacOs, Linux, iOS
Selezione posizione principaleBasata su mappa/elencoBasata su elenco
Pagine di impostazioni extra
Adatta per dispositivi mobili

Entrambe le VPN dispongono di app intuitive per desktop. Quella di NordVPN consente di scegliere la posizione del server da un elenco o da una mappa e di connettersi a server ottimizzati (ad esempio quelli per il torrenting o che garantiscono un’ulteriore privacy) direttamente dalla pagina principale. Le impostazioni possono essere modificate su una pagina diversa, in modo che quelle avanzate rimangano separate e vengano evitate modifiche accidentali.

L'app desktop di NordVPN

L’app per desktop di Surfshark, invece, propone un approccio diverso: la schermata principale presenta un semplice pulsante per connettersi rapidamente (con un’opzione che consente di scegliere automaticamente il server P2P più veloce) e un accesso rapido ai server utilizzati di recente. L’unico problema con l’interfaccia di Surfshark è che le impostazioni sono sparse su tre schede, una delle quali dispone di due ulteriori sottomenù. Non è un grande problema, ma complica un po’ la vita a chi cerca un’impostazione specifica.

App per dispositivi mobili di NordVPN

L’app per dispositivi mobili di NordVPN presenta lo stesso layout basato sulla mappa della versione desktop, ma senza barra laterale e con al centro un pulsante di connessione rapida e l’elenco dei server utilizzati di recente. Scorrendo verso il basso si trova una lista completa dei Paesi disponibili e di server ottimizzati per funzioni specifiche. Alcune funzionalità sono state rimosse, ad esempio il kill switch (su Android) e l’opzione per usare i server offuscati, ma la protezione automatica del Wi-Fi e il blocco degli annunci sono ancora disponibili.

L’app per dispositivi mobili di Surfshark è praticamente identica a quella per desktop: l’unica differenza è la barra laterale, stavolta posizionata in fondo alla schermata. Molte delle funzionalità di sicurezza sono disponibili e, in alcuni casi, sono ampliate. Ad esempio, l’app Android consente di inviare pacchetti di dimensioni più piccole per risparmiare dati su Wi-Fi mobile. Inoltre, si può scegliere fra il kill switch di Surfshark e quello integrato nel sistema operativo.

Server e performance

NordVPNSurfshark
Paesi in cui sono ubicati i server59Più di 60
Numero totale di serverPiù di 5.400Più di 3.200

Qui non c’è storia: NordVPN vanta una rete di gran lunga più ampia (5.580 server contro i 3.200 di Surfshark, al momento della redazione di questo articolo). Detto ciò, Surfshark ha quasi raddoppiato la sua rete nell’ultimo anno e ora copre un numero maggiore di Paesi rispetto a NordVPN.

Che significa in parole povere? Sostanzialmente, dato il numero di server più elevato di NordVPN, la sua rete risulta meno carica. Ciò si traduce in una maggiore probabilità di ottenere una connessione ad alta velocità e bassa latenza, che consente di navigare e riprodurre contenuti in streaming senza interruzioni.

Per quel che vale, Surfshark offre velocità impressionanti, però in teoria si riscontreranno problemi su alcuni server nelle ore di punta. Sia NordVPN che Surfshark offrono connessioni WireGuard (il protocollo NordLynx di NordVPN è basato WireGuard) che garantiscono velocità più elevate rispetto alle altre VPN.

Entrambi i provider dispongono di server in Italia che garantiscono alte velocità e danno la possibilità di accedere alle piattaforme italiane quando ci si trova all’estero. Le velocità sono sufficientemente elevate per il gaming su server italiani e lo streaming HD, a prescindere dal server che si sceglie.

Di seguito riportiamo l’elenco dei Paesi in cui queste VPN dispongono di server:

 NordVPNSurfshark
Albania
Argentina
Australia
Austria
Azerbaijan
Belgium
Bosnia and Herzegovina
Brazil
Bulgaria
Canada
Chile
Colombia
Costa Rica
Croatia
Cyprus
Czech Republic
Denmark
Estonia
Finland
France
Georgia
Germany
Greece
Hong Kong
Hungary
Iceland
India
Indonesia
Ireland
Israel
Italy
Japan
Kazakhstan
Latvia
Luxembourg
Macedonia
Malaysia
Mexico
Moldova
Netherlands
New Zealand
Nigeria
Norway
Paraguay
Philippines
Poland
Portugal
Romania
Russia
Serbia
Singapore
Slovakia
Slovenia
South Africa
South Korea
Spain
Sweden
Switzerland
Taiwan
Thailand
Turkey
United Arab Emirates
United Kingdom
United States
Ukraine
Vietnam

I server di NordVPN sono ubicati negli stessi Paesi di quelli di Surfshark, a eccezione di Azerbaigian, Colombia, Paraguay, Nigeria e Russia. NordVPN aveva server in Russia, ma ha deciso di chiuderli quando è stata introdotta una legge che richiede ai fornitori di servizi VPN di dare accesso ai server alle autorità governative.

Abbiamo contattato direttamente il servizio clienti di Surfshark per fare qualche domanda sulla sicurezza, vista la presenza di server in Russia. Un operatore ci ha detto che non ci sono rischi in quanto i server di questa VPN non conservano registri e quindi non ci sono informazioni da condividere con il governo.

In Italia, NordVPN dispone di oltre 60 server a Milano. Purtroppo Surfshark non pubblica il numero di server che offre nel nostro Paese, quindi non è possibile fare un paragone. Possiamo però dire che NordVPN è un’ottima scelta se si desidera ottenere un indirizzo IP italiano.

Sicurezza

NordVPNSurfshark
Protocolli VPNOpenVPN, IKEv2, NordLynxOpenVPN, IKEv2, Shadowsocks, WireGuard
Crittografia dati OpenVPNAES a 256 bitAES a 256 bit
Crittografia del canale di controllo OpenVPNRSA-4096RSA-4096
Tecnologia cloakingObfsproxyOffuscamento NoBorders
Sicurezza dell’appKill switch (tutte le piattaforme)Kill switch (tutte le piattaforme)
Stato DNSPrivate DNSPrivate DNS

Entrambi questi servizi consentono di collegarsi utilizzando protocolli OpenVPN e IKEv2, ma Surfshark supporta anche Shadowsocks (un proxy open source) e WireGuard, nuovo protagonista del settore. Questa funzionalità è facile da controllare e offre velocità più elevate per quanto riguarda le connessioni a lunga distanza. Di fatto, NordVPN ha basato il suo protocollo proprietario NordLynx proprio su WireGuard, citando la sua “architettura asciutta” come principale punto di forza.

Sia NordVPN che Surfshark utilizzano una crittografia AES a 256 bit, solida e non decifrabile. Questa non fa altro che codificare il traffico utilizzando una chiave segreta; ciò significa che chiunque tenti di monitorarlo vedrà soltanto dati privi di senso. NordVPN utilizza una chiave RSA a 4096 bit per collegare privatamente il dispositivo con la VPN. Surfshark invece usa chiavi RSA a 2048 bit, leggermente meno sicure.

NordVPN e Surfshark offrono entrambe un kill switch su ciascuna piattaforma. Il kill switch blocca il traffico di dati in caso di disconnessione improvvisa dalla VPN; ciò significa che non navigherai mai senza protezione. Inoltre, questi due provider si affidano a server DNS privati, evitando così che terzi possano accedere al tuo traffico internet.

Infine, ciascuno di questi servizi ha la propria tecnologia di cloaking, che viene utilizzata per eludere i blocchi delle VPN e le restrizioni di internet applicate dai Paesi. NordVPN utilizza Obfsproxy, uno strumento che rimodella il traffico nascondendo qualunque indizio permetta di capire che si sta utilizzando una VPN. Surfshark dispone del suo software proprietario NoBorders, che funziona presumibilmente in modo simile.

Configurazione

 NordVPNSurfshark
Assegnazione indirizzoCondivisoCondiviso
Possibilità di indirizzo IP dedicatoSì (in Francia, Germania, Stati Uniti, Regno Unito, Paesi Bassi)No
Protezione DDoSNoNo
Firewall NATNo

Questi provider assegnano un indirizzo condiviso: ciò significa che chiunque si connetta a un determinato server condividerà lo stesso indirizzo IP. Nello stesso momento, ciascun utente accede a un sito web diverso, ed è quindi quasi impossibile identificare chi sta facendo cosa. NordVPN dà la possibilità di pagare un importo extra al mese per ottenere un indirizzo IP dedicato (in parole povere, l’utente ha un accesso esclusivo a un server specifico). Surfshark purtroppo non offre questa opzione.

Nessuno dei due provider dispone di server anti-DDos specializzati, ma è anche vero che qualsiasi VPN protegge da attacchi DDoS. Molte dispongono di sistemi automatici che cambiano l’indirizzo IP del server se viene rilevato un attacco. Inoltre, dato che l’impatto riguarda l’intero server e non esclusivamente il proprio router, la maggior parte degli attacchi di piccole o medie dimensioni viene assorbita senza alcuna ripercussione sulla performance.

Privacy

 NordVPNSurfshark
SedePanamaIsole Vergini britanniche
Registri di connessioneNessunoAlcuni (per fini diagnostici)
Registri dell’attivitàNessunoNessuno
Dati dell’utente per la registrazioneIndirizzo emailIndirizzo email
Pagamenti anonimiBitcoin, Ethereum, RippleBitcoin, Ethereum, Ripple

NordVPN e Surfshark hanno sede rispettivamente a Panama e nelle Isole Vergini britanniche. Si tratta di luoghi ideali per i fornitori di servizi VPN in quanto non vi sono leggi obbligatorie sulla conservazione dei dati.

NordVPN non conserva registri di alcun tipo. Surfshark conserva solo informazioni limitate, ad esempio la frequenza di utilizzo del servizio e se l’app si è arrestata in modo anomalo, ma nessuna di queste consente di risalire all’utente. Pertanto, la tua attività online sarà (quasi) completamente anonima a prescindere da quale dei due provider sceglierai. Se cerchi un livello di privacy ancora maggiore, puoi registrarti con un indirizzo email usa e getta e pagare con criptovaluta.

NordVPN e Surfshark nell’ambito gaming

NordVPN e Surfshark dispongono entrambe di app compatibili con Windows, MacOS, Android e iOS. Puoi usarle entrambe per il gaming, sia in Italia che all’estero.

Chi desidera giocare su console come PlayStation o Xbox può condividere la connessione VPN con il proprio PC o Mac tramite ethernet o configurare il computer come router virtuale con VPN abilitata.

Inoltre, entrambe le VPN sono compatibili con i router. Ciò significa che è possibile configurare la connessione VPN su un router compatibile (entrambi i provider offrono guide per varie marche e modelli) e poi collegare la console alla rete Wi-Fi affinché venga protetta dalla VPN. In questo modo non ci sarà bisogno di collegare la VPN alla console.

Ricordiamo anche che sia Surfshark che NordVPN offrono gratuitamente il servizio di Smart DNS, grazie al quale si può configurare la console con una posizione fasulla, dandoti un’altra opzione per accedere ai server esteri adibiti al gaming. Tieni presente, però, che una connessione Smart DNS non offre gli stessi vantaggi per la privacy garantiti da un tunnel VPN completamente criptato.

Forse l’unica differenza degna di nota fra queste due VPN nell’ambito del gaming è che NordVPN è leggermente più veloce. Detto ciò, entrambe offrono velocità eccezionalmente elevate nonché connessioni Wireguard (NordLynx è basato su Wireguard). Quindi, nel complesso, non ci sono grandi differenze fra questi due provider per quanto riguarda il gaming online.

NordVPN e Surfshark nell’ambito del torrenting

NordVPN e Surfshark consentono entrambe il torrenting sulla propria rete e dispongono di server ottimizzati per connessioni P2P. Inoltre, offrono anche una solida crittografia AES e tunnel VPN estremamente sicuri che possono essere utilizzati per scaricare torrent in modo sicuro e privato.

Questi tunnel impediscono al fornitore di servizi internet di monitorare l’attività durante il torrenting e ad altri utenti di rilevare l’indirizzo IP di casa tua, che potrebbe causare problemi in caso di connessione a un utente malintenzionato (consentendogli, ad esempio, di cercare porte aperte).

Vale la pena notare che NordVPN mette a disposizione un proxy SOCKS5, che alcuni appassionati di torrenting potrebbero utilizzare nel proprio client. Si tratta di una funzionalità che Surfshark non offre.

Inoltre, né NordVPN né Surfshark offrono il port forwarding, quindi se per te questa funzionalità è di vitale importanza, ti consigliamo di cercare un’altra VPN. Detto ciò, entrambe garantiscono velocità eccezionali e solidi sistemi di sicurezza per il torrenting, sia su Mac che su Windows.

Servizio clienti

 NordVPNSurfshark
Live chatSì (in-house)Sì (ZenDesk)
Supporto tramite ticket
Supporto tramite email
Tempo di risposta medio (email)4h 57min4h 10min
Supporto telefonicoNoNo
Knowledge base con motore di ricerca
Guide videoNo

NordVPN e Surfshark offrono entrambe un servizio clienti di alto livello e facile da contattare, e mettono a disposizione anche un knowledge base con motore di ricerca, consentendo così di risolvere i problemi più comuni in autonomia. NordVPN ha anche un canale YouTube ricco di guide dettagliate.

Entrambi i provider offrono supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7, tramite live chat: l’unica differenza è che il servizio di NordVPN è in-house, mentre quello di Surfshark è esterno. Sono entrambi reattivi (rispondono solitamente nel giro di pochi secondi) e rappresentano il modo più facile e veloce di ricevere assistenza.

Detto ciò, a volte potrebbe non essere possibile accedere alla live chat, ad esempio se ci si trova in Cina. Per testare i due servizi, abbiamo inviato a entrambi tre domande tramite email: di seguito riportiamo i tempi di risposta e se abbiamo ricevuto o meno una risposta alle nostre domande:

 NordVPN  
Domanda Tempo di rispostaNumero di emailRisposta alla domanda
Si può installare NordVPN su un router DD-WRT?3h 52min
Come devo configurare NordVPN per farla funzionare in Cina?4h 44 min
NordVPN protegge dalle perdite WebRTC?9h 15 min1
 Surfshark  
Domanda Tempo di rispostaNumero di emailRisposta alla domanda
Si può installare NordVPN su un router DD-WRT?5h 47min
Come devo configurare NordVPN per farla funzionare in Cina?9h 25 min
Surfshark protegge dalle perdite WebRTC?9h 15 min1

Come si può notare, i tempi di risposta dei due provider sono simili. Le risposte sono state semplici da seguire ed entrambi i servizi hanno fornito guide dettagliate su come configurare le app per far sì che funzionino in Cina. Quindi, se la live chat non dovesse essere disponibile, il supporto tramite email è un’ottima alternativa.

Infine, bisogna ricordare che né NordVPN né Surfshark dispongono di operatori del servizio clienti che parlano italiano. Tuttavia, hanno integrato Google Translate nella loro piattaforma per consentire agli operatori di comunicare efficacemente con gli utenti.

La VPN vincitrice. NordVPN

Applicazioni per:

  • PC
  • Mac
  • IOS
  • Android
  • Linux
  • Background FireTV

Website:  www.NordVPN.com

Garanzia soddisfatti o rimborsati: 30 DAYS

Il confronto fra queste due eccezionali VPN è stato avvincente. Surfshark offre un servizio veloce, solidi sistemi di sicurezza e privacy, non pone limiti al numero di connessioni simultanee e funziona in Cina, il che è già più di quanto offrono tante VPN rivali. Inoltre, Surfshark rappresenta un’opzione molto economica che consente di accedere ad alcune delle più note piattaforme di streaming, quindi si tratta di una soluzione eccellente per chi desidera fare un uso quotidiano della VPN.

Tuttavia, secondo noi è NordVPN la scelta migliore per chi utilizza un computer in Italia. La sua vasta rete di server e le capacità di sblocco senza pari consentono di accedere a qualsiasi servizio ovunque ci si trovi. Questo provider mette al primo posto la sicurezza e la privacy ed è anche l’opzione ideale per gli utenti più avanzati. Dà la possibilità di ottenere un indirizzo IP dedicato, nasconde il tuo dispositivo da altri utenti presenti sulla rete e utilizza server DNS personalizzati.

Sconto NordVPN
RISPARMIA IL 62% sull'abbonamento di 2 anni
Scopri l'offerta >
Sconto applicato automaticamente
Sconto Surfshark
Risparmia il 83% sull'abbonamento di 2 anni
Scopri l'offerta >
Sconto applicato automaticamente

Articoli correlati:

Qual è la VPN più veloce tra NordVPN e Surfshark?

Per testare le velocità di NordVPN e Surfshark, ci siamo collegati in vari momenti della giornata a server ubicati in luoghi diversi, abbiamo effettuato un test della velocità e abbiamo calcolato la media dei risultati.

Nei test più recenti, NordVPN è risultata leggermente più veloce, con una velocità media di download pari a 369 Mbps contro i 324 Mbps di Surfshark. Precisiamo però che entrambe queste velocità sono particolarmente elevate e che la maggior parte delle persone non noterà grande differenza fra le due in termini di performance.

Quale delle due offre app più intuitive?

Entrambe le VPN offrono app particolarmente intuitive, che consentono ad esempio di collegarsi con un semplice clic. Inoltre, i menù sono molto ben organizzati e permettono di trovare facilmente ciò che si sta cercando. In conclusione, per quanto riguarda la facilità d’uso, riteniamo che il confronto finisca in pareggio.

Entrambe riescono ad accedere a Netflix?

Sono tante le VPN che non riescono ad accedere a determinati cataloghi di Netflix, ed è per questo che siamo rimasti stupiti dal fatto che sia NordVPN che Surfshark siano in grado di accedere in tutta sicurezza a diversi cataloghi (più di 15 ciascuna, incluso il catalogo italiano). Qualche differenza tra le due c’è, però: NordVPN non riesce ad accedere al catalogo svedese, mentre Surfshark non è in grado di sbloccare quello coreano. Detto questo, entrambi i servizi funzionano con i cataloghi più popolari, ad esempio quello americano.